Bostanli Footbridge: una passerella e spazio ricreativo a Smirne, Turchia.

A Smirne, in Turchia, a ridosso del porto dal quale partono le navi dirette soprattutto in Grecia, lo studio turco Even Basbug ha progettato Bostanli Footbridge, una passerella pedonale in legno su struttura in acciaio che, oltre a collegare le due sponde del fiume Bostanli, costituisce il pezzo mancante del lungomare principale Park Içi Yolu. Dalla passerella si può ammirare ad ovest la baia del quartiere di Karsiyaka, ad est la città di Smirne.

Bostanli Footbridge è una struttura urbana costituita da diverse superfici lignee trattate e accostate su un telaio in acciaio. La particolarità della passerella è visibile sia in pianta che nella sezione trasversale asimmetrica. Funzionalmente il percorso è costituito da due spazi paralleli che corrono lungo tutto il footbridge. Ad Ovest, verso la baia, la passerella è costituita da un percorso piano di semplice attraversamento che consente al visitatore di percorrere in maniera continua il Park Içi Yolu, senza avvertire il vuoto dato dalla foce del fiume Bostanli. Ad est, verso la città, il ponte si alza su due gradoni e termina con una sponda a cascata. Questo spazio di sosta si presenta come una vera e propria sdraia continua che permette al visitatore di soffermarsi, sdraiarsi e ammirare l’intera baia che gli si presenta di fronte. Il calore della forma e del materiale utilizzato accentua il senso di rilassatezza che questo spazio vuole far percepire.

Il progetto di riqualificazione dell’area è costituito, oltre che dalla progettazione del Bostanli Footbridge, anche dalla risistemazione dell’intero spazio compreso tra il porticciolo Iz Deniz e la foce del fiume Bostanli. Con lo stesso criterio di continuità strutturale e discontinuità funzionale, a ridosso del porto, lo spazio è stato suddiviso in due aree dalle forme geometriche semplici. Un’area è stata adibita a verde urbano con pochi e semplici arbusti posizionati qua e là, che non occultano nessuna visuale. La restante parte è stata trattata come il Footbridge stesso: una struttura lignea piana di camminamento si snoda internamente in una serie di gradoni che consentono la sosta al visitatore. Anche in questo spazio, il voyeur può passeggiare, fermarsi, sdraiarsi e rilassarsi, ammirando la baia e la costa frastagliata a nord, sotto Kakliç.

Lo studio Even Basbug è riuscito a modernizzare e ad espandere il concetto di théatron, adattandolo al sito di riferimento. Il koilon, non più semicircolare, è costituito dai gradoni del lungomare e dalla sdraia continua del Footbridge mentre il diazoma, corridoio, è rappresentato dalla passeggiata del lungomare, sia sulla terra ferma che sulla passerella. Il logeion, il palcoscenico, è la baia immensa che deve essere ammirata da ogni punto di vista. A ciò si aggiunge un elemento completamente occidentale e contemporaneo che è la quinta scenica, rappresentata dalla città che abbraccia completamente la baia.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *