Gordon Pembridge: l’arte di scolpire il legno ispirandosi alla natura

Gordon Pembridge è un artista Keniano capace di creare e trasformare delle semplici ciotole di legno in opere artistiche a tutti gli effetti.

GORDON PEMBRIDGE

Gordon Pembridge è nato e vissuto fino all’età di 10 anni in Kenia dove il crescere in terre selvagge lo ha condotto ad appassionarsi, ben presto, alla storia naturale. Successivamente si è trasferito in Nuova Zelanda per studiare arte e disegno in un collegio a Wangui per poi continuare la sua carriera come fotografo. Alterna la sua vita scolastica alla caccia, alla pesca e alle immersioni subacquee, arrivando, così, ad appassionarsi anche alla fauna e alla flora del luogo. Nel 2004 si inscrive a dei corsi di tornitura a South Auckland dove inizia a sperimentare i confini dell’incisione del legno. Attualmente Gordon, come libero professionista, si occupa di grafica, arte, illustrazione, fotografia, disegno 3D e tornitura.

IL LEGNO KAURI E LE CIOTOLE DI GORDON

Gordon utilizza principalmente legno Kauri macrocarpa, più “tenero” rispetto al Kauri tradizionale. Il kauri è un particolare tipo di legname presente in quantità maggiori in Nuova Zelanda e Australia. Alla fine dell’ultima era glaciale, degli inspiegabili cataclismi hanno abbattuto intere foreste di Kauri coprendole di acqua e fango. Le piante sommerse nelle paludi e in assenza totale di ossigeno sono rimaste intatte fino ai giorni nostri, senza pietrificarsi né decomporsi. Scavando nel terreno con l’ausilio di escavatrici è possibile trovare questi tronchi giganteschi di Kauri perfettamente intatti e con le radici dorate, a conseguenza della trasformazione in ambra della resina contenuta.

Dopo l’estrazione del tronco si procede a tagliarlo con particolare attenzione all’orientamento delle venature in accordo col pezzo da realizzare. In genere i pezzi estratti vengono lasciati ad asciugare per molto tempo, invece Gordon preferisce creare i suoi recipienti dal legno umido: le sue scodelle, grazie allo spessore sottile, asciugano più velocemente.

A pezzo asciutto, Gordon prima disegna il motivo direttamente sul legno, poi procede ad intagliarlo dettagliatamente con un incisore ad alta velocità.

L’ultimo passaggio che rimane a Gordon è colorare il recipiente. Lo fa attraverso smalti colorati e aerografi che trasformano le sue scodelle in opere d’arte ispirate alla natura e a immagini da lui stesso fotografate. Il recipiente è trattato da Gordon come se fosse una tela da trasformare in quadro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *